Referendum costituzionale del 29 marzo 2020


Referendum Costituzionale ex art. 138 della Costituzione

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 28 gennaio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 23 del 29 gennaio 2020, è stata fissata al 29 marzo 2020 la data del referendum costituzionale recante “modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”.

Si voterà soltanto nella giornata di domenica 29 marzo 2020 e i seggi saranno aperti dalle ore 7,00 alle ore 23,00


ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO CHE SCELGONO DI OPTARE PER IL VOTO IN ITALIA

 Gli elettori residenti all’estero, ai sensi della legge 27 dicembre 2001, n. 459, votano per corrispondenza, fatta salva la possibilità di votare in Italia, previa apposita e tempestiva opzione.

Il diritto di optare per il voto in Italia deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione del referendum e cioè entro l’8 febbraio 2020, utilizzando il modello allegato.

L’opzione dovrà pervenire entro il termine prescritto all’Ufficio consolare della circoscrizione di residenza dell’elettore.

 Modello Opzione degli elettori residenti all'estero per l'esercizio del diritto di voto


ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO

Si comunica che gli elettori iscritti nelle liste del Comune di Fosdinovo che si troveranno temporaneamente all’estero alla data prevista per le consultazioni referendarie (29 marzo 2020) possono esprimere opzione di voto per corrispondenza presso il paese in cui si trovano entro il 26 febbraio 2020.
L’opzione dovrà pervenire all’Ufficio Elettorale del Comune attraverso la compilazione dell’apposito modulo, corredato da valido documento di identità.
La richiesta potrà essere inviata:

  • all’indirizzo di posta elettronica protocollo@comune.fosdinovo.ms.it
  • per posta ordinaria alla sede del Comune in via Roma, 4
  • consegnata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

Modulo opzione per l'esercizio di voto per corrispondenza nella circoscrizione estero

Lista degli stati dove non è ammesso il voto per corrispondenza estero


VOTO A DOMICILIO 
 
Gli elettori affetti da infermità che renda impossibile l'allontanamento dall'abitazione può presentare una dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimora, corredata da documento di identità, copia della tessera elettorale e dalla documentazione sanitaria.
 
La domanda per l'ammissione al voto domiciliare può essere consegnata tra il 18 febbraio e il 9 marzo all'Ufficio Elettorale:
 
  1. MODULO DOMANDA VOTO DOMICILIARE
  2. MANIFESTO VOTO DOMICILIARE
 
Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 5 febbraio 2020
modificato:martedì 18 febbraio 2020